«

»

Feb 06

Stile vincente non si cambia: il “996” FB della Master

996_bella_profilo_navA distanza di due anni dall’uscita del Master 699 Piero Gargiulo e il suo staff hanno bissato il successo con un nuovo dieci metri che nelle linee complessive e nelle soluzioni di funzionalità riprende ed amplia quelle già rilevate per il fratello più piccolo. Il Master 996 è anch’esso un open puro che senza perdere le connotazioni sportive e riprendendo in gran parte la distribuzione degli spazi del modello più piccolo aggiunge un buon confort di crociera, ricavando una volumetria sotto coperta che ne assimila l’abitabilità a quella di un mini-cabinato.DSC04868
Fasciato da tubolari di generoso diametro (70 cm) per garantire la massima sicurezza e una navigazione sempre asciutta ai suoi occupanti, il battello ripropone al suo interno la classica ripartizione tra solarium di prua, postazione di guida con mobile multifunzione e divano di poppa trasformabile. Chi acceda dal mare troverà di particolare utilità le ampie plancette accanto ai due potenti Verado da 250 hp che si allungano oltre la curvatura dei coni senza compromettere i flussi d’acqua generati dai fuoribordo. Altrettanto pratico il voletto che permette di ribaltare i due motori, opportunamente imbottito per costituire una comoda seduta alle spalle del divano di poppa. Quest’ultimo ha la tradizionale forma a “U” e nasconde tre ampi gavoni sottostanti e dietro lo schienale si incastra il tendalino quasi a scomparsa per non disturbare visivamente e non intralciare l’ingresso in coperta. DSC_6024 Ad accrescere il confort di bordo serve in quest’area uno speciale elemento centrale in vetroresina opportunamente occultato nel piano di calpestio che grazie a una robusta piantana elettrica si solleva sino a trasformare il divano in ampio prendisole ovvero per offrire un pratico tavolo d’appoggio. DSC_6177
Verso prua troviamo il tradizionale prisma con i due volumi della cucina e dell’opposto divanetto per pilota e navigatore particolarmente comodo specie se si guida da seduti puntando i piedi sul gradino alla base della consolle. La postazione di comando, dalle dimensioni decisamente generose, garantisce una protezione notevole ma i pregi di questa struttura si rendono soprattutto evidenti nella disponibilità di spazio lasciata a tutte le più utili strumentazioni di bordo. DSC_6045
La zona prodiera è occupata interamente dal prendisole e da due sedute contrapposte, una sul vistoso musone di prua che ospita il verricello dell’ancora, l’altra sul portello ribaltabile per l’accesso alla cabina. Ma l’attenzione in quest’area del battello viene attratta dallo spazio ricavato nella mini-cabina sotto il solarium dove oltre il wc marino trova posto una doppia cuccetta sfruttabile senza troppi sacrifici nel caso di piccole crociere.DSC_6054 A corredo del battello risultano non solo i consueti componenti offerti per mezzi della stessa fascia come il serbatoio carburante (420 lt), quello dell’acqua (107 lt) e il relativo impianto doccia, il verricello elettrico completo di ancora inox e 50 mt. di catena, le 2 pompe di sentina e l’impianto elettrico con 11 utenze per citarne alcuni ma anche il set completo di cucina, il Vhf, il Gps cartografico e perfino l’impianto stereo a 4 casse.
Al comando del Master 699, sia in piedi che seduti, ci si sente subito a proprio agio. La navigazione non stanca e in virata il battello si rivela preciso e facile da condurre a condizione naturalmente di saper gestire il gas in funzione del raggio di curvatura. La carena, interamente nuova, non tradisce le tipiche qualità di tenuta di mare e di morbidezza sull’onda della gamma Master; Un’asse di chiglia particolarmente esteso e una “V” garantiscono il giusto compromesso tra prestazioni velocistiche e confort sulle onde corte e ripide mentre i due pattini di sostentamento aggiungono portanza alla carena e danno direzionalità al gommone contribuendo al tempo stesso ad assicurare una navigazione asciutta. 996_fermo_intero_lato
Con 6 persone a bordo e 250 lt di benzina imbarcata il battello raggiunge l’assetto in meno di 4 secondi e la progressione dalla planata minima alla velocità massima ne richiede appena 16. A 3.500 giri si viaggia e 26 nodi con consumi di 57 litri/ora, il che equivale a dire consumi dei due motori di 2,19 litri/miglio, circostanza che garantisce un’autonomia di 191 miglia.996_bellissima_da_poppa b Quando infine i Verado sfiorano il massimo regime (6.200 giri) e il GPS si stabilizza sui 50 nodi il battello non sembra richiedere abilità speciali per una corretta governabilità.

MASTER 996 FB
Lunghezza f.t. 998 cm
Lunghezza interna 800 cm
Larghezza f.t. 335 cm
Larghezza interna 220 cm
Diametro tubolari 70 cm
Compartimenti 6
Materiale tubolari Hypalon Neoprene Orca 1670 dtex
Altezza specchio di poppa PER MOTORI XL (2)
Portata persone 20
Peso 1800 kg
Potenza massima applicabile 2 X 250 hp (184 kW)

Categoria di progettazione B
Prezzo € 94.900 (Iva esclusa)

Lascia un commento