«

»

Lug 21

Il Club Tecnomare celebra la 27a edizione del suo raid estivo a Ustica

DSC_1394Hanno motivo di essere orgogliosi i soci del club Tecnomare: per 27 anni sono andati ad Ustica ogni estate – senza contare gli “extra” invernali e addirittura le triangolazioni con San Vito Lo Capo – e ogni volta hanno rinnovato in tantissimi appassionati di nautica il piacere di navigare in mare aperto per raggiungere questa splendida realtà terrestre e subacquea del Mediterraneo.DSCN0503 Per il 2015 si è scelto il lungo week-end dal 3 al 5 luglio scorsi per trascorrere una suggestiva vacanza alla “Perla Nera” e le condizioni metereologiche hanno premiato tutti, organizzatori e partecipanti, con un sole e un mare da favola. Quindici gli equipaggi che hanno preso parte alla manifestazione per un totale oltre 60 persone tra subacquei, appassionati di pesca e semplici diportisti desiderosi di godersi le acque cristalline e le calette dell’isola. Nessuno è rimasto deluso come previsto perchè le immersioni sui fondali a nord (scoglio del Medico) e a sud (punta dell’Arpa) della capitale dei sub hanno rinnovato il piacere di incontri ormai rari nei consueti luoghi di immersione (cernie giganti e branchi di barracuda per citarne alcuni) e di paesaggi sommersi da immortalare in fotogrammi su fotogrammi per potere tornare a sognare quando più si ha nostalgia del mare.DSC_1436 Ai pescatori il piacere di non tornare delusi a terra quando la sera, assieme al resto del gruppo, ci si è ritrovati all’Hotel Ariston e al B&B Oleandro per raccontarsi le diverse esperienze della giornata. Quella del club Tecnomare è ormai una formula collaudata e per questo funziona ogni anno: ogni partecipante al “Raid d’Ustica” non è vincolato ad alcun programma durante il soggiorno ma può contare sull’esperienza e le conoscenze degli organizzatori – anche quest’anno a Filippo Gebbia in particolare il merito di aver gestito al meglio l’evento – per qualunque suggerimento e un valido aiuto per le attività da praticare a terra e a mare. DSCN0517Per ogni esigenza d’altronde c’è un amico: sarà Salvatore Zanca per gli ormeggi, Gaetano Ailara per il noleggio delle bombole, Mauro di Alta Marea per le escursioni con i diving , come dire che il club è sempre di casa e benvoluto ad Ustica e non dimentica chi negli anni gli ha dimostrato stima e simpatia lasciando ogni volta un ricordo tangibile della manifestazione ad ognuno così come ai diversi equipaggi del raid che anche quest’anno, in occasione della cena di gala l’ultima sera del soggiorno, hanno ricevuto un simpatico omaggio offerto da Mediolanum. Conclusione migliore non poteva avere l’edizione 2015 del raid con un rientro a Palermo favorito da un mare splendido movimentato solo dai guizzi di decine di delfini in sintonia con l’entusiasmo di tutti. DSC_1428DSC_1475

Lascia un commento